Trattamento aperto della ferita con dispersione ionica ionica saturata d'argento colloidale

Gli effetti bioattivi delle dispersioni colloidali ioniche sature su campioni di lieviti, muffe e infezioni topiche negli animali e nell'uomo sono inequivocabilmente più evidenti rispetto agli effetti bioattivi delle dispersioni a bassa saturazione, vale a dire che lo stesso livello di efficienza può essere raggiunto con meno volume della dispersione.

L'argento colloidale è un bene per le ferite?

Recentemente abbiamo testato l'efficacia della dispersione di argento ionico saturo (contenente un'elevata quantità di ioni d'argento) nel facilitare il processo di guarigione delle ferite aperte. In un recente incidente, una porzione di pelle e il tessuto sottostante di un palmo sono stati strappati, e ci è stata presentata un'eccitante opportunità per testare l'efficienza della dispersione di argento colloidale altamente concentrato nel migliorare il processo di guarigione della ferita. Si è deciso di rinunciare a qualsiasi trattamento medico regolare, al fine di determinare se la dispersione di argento colloidale ionico saturo è una valida alternativa alle terapie mediche convenzionali per le ferite aperte. Gli unici altri due trattamenti che sono stati applicati sulla ferita sono stati l'irrigazione iniziale della ferita con ossigeno nascente durante la rimozione dei residui della ferita e il successivo trattamento elettroterapico delle articolazioni dolorose del polso e del pollice. A parte queste due eccezioni, la ferita è stata trattata esclusivamente con dispersione di argento ionico colloidale altamente concentrato. Abbiamo scattato alcune fotografie per documentare le diverse fasi dei cationi d'argento (Ag+) che hanno facilitato il processo di guarigione della ferita.

Giorno 1

L'incidente ha causato danni significativi alla pelle e ha completamente spogliato l'epidermide e la maggior parte del derma. Inizialmente la ferita era contaminata dai detriti rimasti dall'incidente e doveva essere rimossa e disinfettata il più presto possibile per prevenire il possibile sviluppo di un'infezione. La disinfezione della ferita durante il processo iniziale di pulizia è stata effettuata mediante irrigazione con ossigeno nascente. In questo caso, abbiamo scelto l'ossigeno nascente per il trattamento iniziale a causa della sua maggiore attività e capacità di penetrare gli strati di cellule tissutali viventi, cosa che la dispersione colloidale di argento ionico non è in grado di fare. Anche se piuttosto efficiente nella disinfezione di ferite aperte, l'ossigeno nascente in passato si è dimostrato eccessivamente aggressivo durante periodi più lunghi del processo di guarigione della ferita, causando sensazioni piuttosto spiacevoli e rallentando efficacemente il processo di guarigione. Dopo la pulizia iniziale della ferita e la disinfezione con ossigeno nascente, la ferita è stata nuovamente irrigata con acqua sterile per iniezioni. Tale atto precauzionale è stato fatto per prevenire la reazione tra l'argento ionico colloidale e i sali e i minerali rimasti dal trattamento con ossigeno nascente. Se una tale reazione si fosse verificata, avrebbe portato alla sintesi di sali d'argento che non hanno proprietà bioattive utili e tendono ad accumularsi nella ferita. Infine, una garza sterile multistrato imbevuta di dispersione di argento colloidale ionico saturo è stata posta direttamente sulla ferita e fissata con un bendaggio adesivo. Mantenendo un'alta concentrazione di cationi d'argento (Ag+) sulla superficie della ferita si mantengono sempre condizioni asettiche, prevenendo così ogni possibile sviluppo di infezioni. Ciò che è ancora più importante è la proprietà dei cationi d'argento (Ag+) di dedifferenziare i globuli rossi in cellule polipotenti (staminali). Diversi studi di ricerca indicano che i cationi d'argento (Ag+) hanno la proprietà di dedifferenziare i globuli rossi in una sorta di cellule staminali che possono aiutare in modo significativo la formazione di nuovi tessuti. Al fine di sfruttare tale proprietà degli ioni d'argento, abbiamo trovato necessario mantenere sempre la loro alta concentrazione a contatto con le perdite di sangue e la garza umida si è rivelata la più vantaggiosa in questo senso. Oltre alla pelle danneggiata, anche l'articolazione del polso ha subito traumi e conseguenti gonfiori e dolori che sono stati successivamente trattati con successo da alcuni dei nostri apparecchi di elettroterapia.

Giorno 2

Meno di 24 ore dopo l'incidente, qualsiasi perdita significativa di sangue, linfa e plasma dalla ferita si è fermata. Il tessuto nuovo ha già iniziato a formarsi. Tuttavia, tale rapido tasso di crescita di nuovo tessuto presentava un po' di problemi a causa della formazione di strati più spessi di tessuto nuovo meno flessibile che impediva il normale stiramento e la flessione della mano. Il problema è stato già affrontato immergendo continuamente la garza con una dispersione di argento colloidale colloidale fresco e saturo, che ha mantenuto un alto livello di idratazione del tessuto appena formato. Diversi studi di ricerca indicano che gli ioni d'argento (Ag+), quando sono a diretto contatto con il sangue, hanno la capacità di indurre la de-differenziazione dei globuli rossi in una sorta di cellule polipotenti che si comportano in modo praticamente identico alle cellule staminali. È questo effetto bioattivo degli ioni d'argento che è molto probabilmente responsabile della guarigione accelerata della ferita che a questo punto è diventato abbastanza osservabile.

Giorno 4

Il tessuto appena formato ha già praticamente ricoperto l'intera ferita. A questo punto, il contatto diretto della ferita con lo strumento metallico smussato produceva ancora una sensazione di dolore, ma in misura molto minore. La flessibilità del tessuto di nuova formazione è stata mantenuta idratando continuamente la ferita con dispersione di argento ionico colloidale altamente concentrato e con esercizi di stretching della pelle.

Giorno 6

Segni di guarigione accelerata dei tessuti erano ancora presenti a causa del costante ammollo della ferita con argento colloidale ionico saturo. Tuttavia, a questo punto, divenne ovvio che, man mano che la perdita residua di sangue e plasma si calmava, l'accelerazione della guarigione della ferita stava diventando un po' meno pronunciata. Tale decelerazione del processo di guarigione della ferita sarebbe stata coerente con una minore quantità di cellule staminali prodotte a causa della minore quantità di sangue che entrava in contatto con gli ioni d'argento. Un sottile strato di derma di nuova formazione ricopriva quasi interamente la ferita. I bordi esterni della ferita hanno già iniziato a formare un nuovo strato di epidermide. Una sensazione di dolore quando la ferita è stata a contatto con uno strumento metallico smussato era ancora presente, ma si trattava di una frazione dei livelli di dolore originali sperimentati durante le prime 24 ore dopo l'incidente.

Giorno 8

Si è potuto osservare un'ulteriore decelerazione del processo di guarigione della ferita. Come si può vedere nella foto, il derma e l'epidermide di nuova formazione sono stati parzialmente strappati via durante la rimozione della garza. Va notato però che la sensazione di dolore si è quasi completamente attenuata prima dell'incidente con la rimozione della garza. Sospetto che la decelerazione del processo di guarigione sia anche in parte dovuta alla mancanza di capacità penetrativa colloidale dell'argento ionico. Inoltre, praticamente non sono state prodotte più cellule polipotenti (staminali) a causa della mancanza di contatto diretto dei cationi d'argento (Ag+) con i globuli rossi.

Giorno 10

La normalizzazione del processo di guarigione è diventata piuttosto evidente. Divenne evidente che l'esposizione prolungata della ferita all'argento ionico colloidale stava diventando meno efficace senza più perdite di sangue residue presenti. Forse il tasso di guarigione della ferita segue la curva esponenziale durante le fasi iniziali del trattamento con ioni d'argento a causa di un gran numero di globuli rossi che sono disponibili per il processo di de-differenziazione. Man mano che il sanguinamento residuo e le perdite di plasma si riducono gradualmente, la curva che descrive il tasso di guarigione nel dominio del tempo si riduce gradualmente al tasso di guarigione medio.

Giorno 15

Due settimane dopo l'incidente e l'inizio del trattamento con dispersione di argento colloidale colloidale saturo, la ferita era quasi completamente guarita. Mentre sembrava ancora ruvida, la sensazione di dolore era completamente sparita, e la flessibilità degli strati cutanei appena formati è tornata alla normalità. Abbiamo deciso di interrompere il trattamento perché non c'era più bisogno di mantenere l'ambiente altamente asettico. È diventato anche abbastanza evidente che il processo di guarigione è tornato al suo normale ritmo di avanzamento a causa della mancanza dello strato di sangue disponibile necessario per la produzione di cellule staminali nella ferita.

Giorno 26

La ferita è completamente guarita, e non c'erano praticamente cicatrici.

Conclusione

Non sono stati utilizzati trattamenti medici convenzionali come antisettici, antibiotici, analgesici o anche corticosteroidi. Oltre all'irrigazione iniziale della ferita con ossigeno nascente e al successivo trattamento elettroterapico delle articolazioni dolorose del polso e del pollice, l'unica cosa che ha facilitato il processo di guarigione della ferita è stata la dispersione di argento colloidale ionico saturo con un alto contenuto di cationi d'argento (Ag+). Questo caso è solo un singolo caso (parzialmente) documentato in cui la dispersione di argento ionico colloidale altamente concentrata ha mostrato le sue proprietà benefiche nel facilitare il processo di guarigione della ferita, e il singolo caso è statisticamente insignificante. Tuttavia, le diverse fasi osservate del processo di guarigione della ferita corrispondono ai risultati di studi di ricerca che indicano che la de-differenziazione dei globuli rossi ha effettivamente luogo ed è più benefica nel processo di guarigione della ferita.

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.